Storia

Eravamo quattro amici al bar, canta un famoso motivetto... anche noi, ma non sognavamo di cambiare il mondo, ci sarebbe bastato cambiare le nostre vite. Tante ore e domeniche spese tra estratti prima e malti in grani poi, pentoloni, mestoli, termometri, bottiglie e tappi; e tanti denari... come tanti, come la buona parte di quanti oggi lo fanno per appassionato mestiere.  Dopo interminabili discussioni, confronti, opzioni valutate e poi scartate, due di quei famosi quattro, raggranellati in qualche faticoso modo i denari necessari, si gettano a capofitto nell'impresa: nell'agosto del 2010 parte la prima cotta professionale: l'impianto da 12 ettolitri è un sogno a lungo accarezzato che, dopo le proverbiali fatiche di Ercole, finalmente sferraglia e sbuffa vapore nella canicola estiva.

Iniziata l'avventura non senza una certa dose d'ingenuità, nel succedersi degli eventi la società perde per strada uno dei fondatori, ma si arricchisce al contempo di nuovi preziosi collaboratori.

Posizionato all'ingresso della val Chisone, il birrificio utilizza alcuni dei locali dell'ex cotonificio Wideman, glorioso pezzo di archeologia industriale riconvertito in parte ad attività artigianali. Oggi l'azienda si articola lungo diversi rami produttivi: una linea viene prodotta tutto l'anno e propone interpretazioni di alcuni dei più classici stili birrari, le stagionali vengono prodotte solo in alcuni periodi dell'anno in base alla reperibilità o meno di alcuni caratteristici e fondamentali ingredienti, mentre le speciali, prodotte in quantità limitata, seguono un po' l'umore e l'estro del mastro birraio.

In costante e continuo miglioramento, l'azienda sta espandendo la propria area produttiva e rinnovando i propri macchinari, conscia ormai del fatto che un birrificio artigianale non è un gioco, ma una vera e propria impresa. È inoltre prevista a breve una Tap Room, una sala accogliente dove ospitare   nostri amici clienti per assaporare, in un ambiente simpatico e confortevole, le nostre creazioni.

Facce da Birra

Max

Socio fondatore, tiene in mano i cordoni della borsa, tutto ciò che entra o esce dall'azienda passa per le sue mani. Profondo conoscitore di ogni angolo del birrificio, si occupa anche della produzione delle birre.

Massi

Capofficina addetto  alla manutenzione di ogni cosa si possa svitare, saldare, forare, sostituire: nessun macchinario ha segreti per lui. Conoscitore di ogni procedura, è all'opera in maniera continua e instancabile.

Insostituibile.

Nic

Detto lo svizzero...

assente per cause di forza maggiore, ma sempre presente nei nostri pensieri, è il nostro asso nella manica.

© 2017 by BRASSERIA ALPINA s.a.s.

  • Facebook Social Icon

foto & grafica inQUADRO

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now